Dalle 23 e 59 del 31/12/2013 alle 00 e 01 dell’1 gennaio 2014 sono passati due minuti, non un anno. In due minuti avvengono milioni di cambiamenti ma, per quanto riguarda la situazione del nostro Paese, nulla è cambiato. A distanza di quasi un mese dall’inizio dell’anno nuovo la situazione è immutata. Nonostante le notizia di timida ripresa, di segnali internazionali positivi, di tenuta dello spread, le aziende continuano a non avere liquidità, le famiglie a non avere soldi da spendere, la disoccupazione (quella si è cambiata) aumenta anzi che diminuire.
Il tempo da solo modifica la materia, per modificare la società ci vogliono idee e azioni.