Non sempre se si tiene conto, oltre che al processo di coltivazione, anche al processo di distribuzione. E’ quanto affermato nell’articolo sul sito “Ulisse nella rete della scienza”

Infatti la distribuzione incide fortemente nella sostenibilità in ragione dell’incidenza del carburante. Un esempio per tutti: i pomodori biologici distribuiti negli USA provengono dal deserto del Messico dove vengono coltivati con gran dispendio di acqua e manodopera.

Se non si applica ai principi del biologico anche il processo distributivo il risultato è esattamente l’opposto di quanto si vuol ottenere: Km zero è un paradigma che va perseguito.